Vitalizi ai preti pedofili: «erano atti di carità»

Source: Wikipedia
Source: Wikipedia

Non fatevi trarre in inganno dai suoi abiti strani: la persona nella foto non è un appassionato di qualche strano fetish ma Timothy Dolan, arcivescovo di New York recentemente assurto alle cronache per via delle sue dichiarazioni riguardo i matrimoni gay. «Sarebbero terribili per il bene comune, una violazione della legge naturale» ha detto per esempio in questa intervista, «semplicemente pericolosi.»

Se ne parlo qui è però a causa di un’altra notizia che lo riguarda, misteriosamente ignorata dalla maggior parte dei quotidiani italiani. Come riporta il New York Times, infatti, nel corso di un’ispezione fiscale relativa alla dichiarazione di bancarotta dell’arcidiocesi di Milwaukee le autorità hanno rinvenuto le prove che il buon religioso avesse cercato di insabbiare uno scandalo avvenuto durante la sua reggenza, terminata nel 2009. Lo stesso scandalo, in effetti, che ha mandato in rosso i bilanci della diocesi: 8.000 stupri di bambini da parte di 100 sacerdoti di vari ordini e gradi. Non è un errore di battitura – sono veramente ottomila, e solo in quella circoscrizione.

Il ruolo di questo sant’uomo fu di mediatore per facilitare l’allontanamento dei preti coinvolti, che continuavano a ricevere lo stipendio pieno anche da condannati. Pare che il “pacchetto d’uscita” da lui proposto per chiudere la questione senza troppe storie comprendesse fino a 20.000 dollari di buonuscita, un vitalizio di 1.250 dollari al mese e l’assicurazione sanitaria fino a che i colleghi non avessero trovato un nuovo lavoro. Dolan ha chiamato questo trattamento «un atto di carità», ma è più probabile che si trattasse di un tentativo disperato di dissociare la chiesa dai pedofili onde evitare di perdere la copertura assicurativa dalle 23 cause congiunte che la fecero comunque fallire.

L’associazione per i diritti delle vittime Rete dei reduci dagli abusi dei sacerdotimercoledì ha inviato una lettera aperta al nuovo cardinale di Milwaukee, in cui si chiede: «In quale altra professione, specie di contatto con famiglie, scuole e programmi per la gioventù, vengono elargiti bonus in contanti ai dipendenti che stuprano e molestano i bambini?» Mentre pensate alla risposta, mi raccomando di ricordare quanto siano pericolosi i matrimoni gay.

Line
Line