Vietato ai licheni – La recensione di ‘Learning the ropes’

2013/01/learningcover.jpg

Learning the Ropes

Race Bannon
Daedalus Publishing Co., 1992
$ 12,95
160 pagine
Lingua: inglese
Isbn: 1-881943-07-0
@: sito dell'editore

Learning the Ropes è l’ennesimo manuale per introdurre i principianti ai piaceri del Bdsm, eppure riesce a distinguersi dal mucchio per il suo approccio particolarmente furbo. “Come si fa un bondage o come si usa una frusta,” scrive Race Bannon, “sono cose che prima o poi si imparano: è solo questione di pratica. Qui vi spiego invece come usare la testa, che è la cosa di gran lunga più importante ma viene tralasciata dagli altri libri”. Se tralasciamo il fatto che a dir la verità sono molti gli autori ad aver trattato anche gli aspetti psicologici dei rapporti di dominazione, la filosofia non è niente male – quantomeno abbastanza interessante per imbarcarsi nella lettura.

Il testo si fonda sulla solida base dei capitoli iniziali, dove il Bdsm viene presentato in maniera molto concreta, ponendo particolare attenzione a distinguere la realtà dei fatti dalla visione distorta propostane dalla pornografia, dai romanzi S/m e dai pregiudizi comuni. Un concetto ripetuto più volte è che non si tratta solo di giochi accettabilissimi in una coppia, ma anche divertenti – se le cose cominciano a prendere una piega troppo cupa o noiosa vuol dire che c’è qualcosa che non va. Viene posta molta attenzione anche nel saper distinguere ciò che si desidera in realtà dalle proprie fantasie erotiche, nel saperlo comunicare e quindi ottenerlo senza troppe complicazioni. Queste premesse permettono di sorvolare sugli aspetti più tecnici, che vengono appena accennati, concentrandosi invece su come vivere serenamente le proprie inclinazioni, su come trovare un partner adatto o introdurre a certi giochi quello che si ha già. Si parla di cosa aspettarsi da una festa a tema, di come procurarsi gli strumenti utili per giocare senza spendere un capitale, di come divertirsi senza correre rischi inutili.

Il modo in cui viene affrontata la sicurezza nel Bdsm è una vera boccata d’aria fresca. Normalmente questi manuali sono estenuanti nelle loro raccomandazioni: a leggere certi autori sembra che un gioco erotico presenti più rischi di una battaglia campale, con indicazioni su come affrontare fratture, infezioni, crisi epilettiche, allergie, malattie esotiche e unghie incarnite. Non che ci sia qualcosa di male a essere preparati a ogni evenienza… ma bisogna anche essere realistici. Bannon invece spiega come praticare sesso sicuro, cosa fare in caso di vera emergenza (ma soprattutto come evitare di ritrovarcisi) e quei due-tre trucchetti di base che permettono di limitare i rischi. E basta. Per il resto, si presume che chi legge abbia un’intelligenza media più elevata di quella di un lichene, e quindi non ci sia bisogno di spiegargli proprio tutto.

Learning the Ropes– che tradotto liberamente significa “muovere i primi passi”, anche se il bello è il gioco di parole sul bondage – alla fine mantiene pienamente le proprie promesse. Le sue 160 pagine scritte in grande si leggono in poche ore e permettono di orientarsi nel Bdsm ed evitare i capitomboli peggiori – soprattutto quelli derivati dal non sapere interpretare i propri istinti e quelli dei partner. Tutto il resto è solo questione di pratica.

Line
Line