Articoli casalinghi

2013/01/otaku1.jpg

Curiosità: chiunque gestisca un sito web può facilmente vedere quali termini di ricerca abbiano portato visitatori al proprio blog, e la consultazione di dieci anni di questi dati mi ha confermato ciò che già sapevo dalle domande che mi vengono fatte dal vivo. Il BDSM, il bondage e tante altre pratiche erotiche insolite possono essere diventate di moda, ma c’è una fantasia decisamente più frequente così tabù che persino molti praticanti di eros estremo negano di coltivare.
Si tratta dello scat, abbreviazione di ‘scatofilia’ o giocare sessualmente con le feci – compreso mangiandole, specie nell’ambito di scenari di dominazione. Gli aspetti culturali, medici e psicologici di tutto ciò sono in effetti molto più interessanti di quel che potreste immaginare, ma ciò che ci interessa al momento sono solo due semplici dati: c’è una percentuale assurda di persone attratte da questa pratica, e pochissime di esse la traducono veramente in realtà. Il che ci conduce al negozio giapponese di manga nella foto precedente.

Visto il cerchio rosso in mezzo alla catasta di fumetti per adulti? Sì, è proprio carta igienica. Quel che la differenzia dal tipo che abbiamo tutti in casa è tuttavia la sua particolare decorazione, che consente a ogni aspirante depravato di immaginarsi di avere una schiava personale che non aspetti altro che ripulirlo umilmente. Se non avessi visto le statistiche archivierei tutto sotto ‘stranezze generiche’ – ma per come stanno le cose non mi stupirei troppo se diventasse invece un gran successo.

scat manga toilet paper

scat manga toilet paper

scat manga toilet paper

Line
Line