L’avete voluto voi: tutti i segreti del sesso con le Dollfie

Dollfie sex

 A oggi Ayzad.com contiene 1.139 post, 141 sezioni, 284 curiosità nella rubrica Sessuologia insolita, 468 link a risorse online, 108 suggerimenti di libri (di cui oltre la metà recensiti qui), nonché glossari di BDSM e di bondage/kinbaku per 1.097 termini differenti. Direi che si tratti di una abbondante varietà di letture. Eppure sapete cosa mi fa davvero impazzire? Che guardando le statistiche di accesso ho scoperto che il termine di ricerca più usato in tutto il mondo per raggiungere questo sito – dopo i prevedibili ‘Ayzad’ e ‘BDSM’ – sia… ‘Dollfie sex’. Di tutte le migliaia di argomenti che ho linkato (12.815, in caso ve lo chiedeste), quello più ricercato di tutti è un tema incredibilmente oscuro che ho citato di sfuggita solo una volta, in un articolo scherzoso sui sex toy giapponesi assurdi.
Non è un modo di dire: per ‘incredibilmente oscuro’ intendo che non ne avessi mai sentito parlare nemmeno io prima di allora, né mai più – nemmeno durante le ricerche compiute per il mio dizionario del sesso insolito. Stiamo parlando di una roba ancora più di nicchia degli hacker dei vibratori o dei feticisti lecca-maniglie. Eppure i miei lettori ne sono evidentemente ossessionati. Cosa potevo quindi fare, se non sacrificarmi per soddisfare le vostre empie devianze e studiare l’argomento in ogni dettaglio?

Partiamo dalle basi. Dollfie è il marchio registrato di una linea di bambole da collezione prodotte in Giappone dalla Volks. Non si tratta di giocattoli: in origine erano rivolte solo agli artisti, che apprezzavano la possibilità di personalizzarle completamente. Le teste di vinile morbido per esempio vengono vendute senza volto, in modo che se ne possano dipingere a piacere i dettagli, scegliere le ciglia da incollarvi, o impiantarvi uno per uno i capelli utilizzando tecniche da modellista provetto. Oggi le Dollfie sono in vendita anche in forma completa, a prezzi che vanno dai 429 ai 693 dollari – accessori esclusi. Le Dollfie in edizione limitata arrivano tranquillamente oltre i 3.000 dollari.
Il motivo di costi così stravaganti sono la qualità notevolmente elevata del prodotto e la capacità di tenere qualsiasi posa di cui sia capace un essere umano, ma soprattutto la possibilità di modificarle a piacimento. Ciascuno dei 19 elementi che compongono il corpo (senza contare i giunti speciali per le articolazioni) esiste in molte varianti che possono essere acquistate separatamente, scambiate e mescolate fino a ottenere la bambola dei vostri sogni. Ci sono persino diversi tipi di “pelle”, con vari gradi di traslucenza! Le Dollfie vengono prodotte in varie misure, la più grande delle quali viene definita ‘Dream’ ed è alta 60 cm, grossomodo quanto un bambino di 4 anni. Ma cosa c’entra tutto ciò con il mio sito?

La pediofilia – da non confondersi con l’altra parola senza la I – è il feticismo per le bambole. È piuttosto raro, e consiste di solito nel baciare le bambole, eiacularci sopra o infilarsele in posti improbabili. Sul Web pullulano decisamente troppi video di questo genere, mentre altre variazioni sono meno documentate e di gran lunga più creative. Un caso celebre riguarda un signore californiano che si eccitava ingoiando le teste – fino a sei per volta, cui aveva tagliato i capelli – di bambole Barbie. Queste venivano poi recuperate, bollite per sterilizzarle e il gioco ricominciava. Il problema, secondo lui, era che «i corpi proprio non si riescono a mandare giù».
Le Dollfie sono ideali per i feticisti delle bambole perché sono già piuttosto realistiche di loro, ma esiste inoltre tutto un sottobosco di aziendine che si rivolgono al mercato dei cosiddetti ‘clienti con interessi speciali’. Per le altre marche per esempio non si possono comprare mini-tette di silicone, né nano-lingerie sexy ultradettagliata. Per perfezionare il loro sex symbol in miniatura ideale la gente fa cose incredibili. Per dire: mentre cercavo informazioni per questo articolo ho scoperto diversi forum in cui gli appassionati discutono senza fine di arti esotiche tipo il modo migliore per aerografare abrasioni da tappeto realistiche sulle ginocchia di «bambole fissate con il sesso orale».

La Volks oltretutto non ha il monopolio sul mercato dei pediofili: ci sono numerosi altri produttori, molti dei quali rendono probabilmente un gran servizio all’umanità tenendo i propri client occupati con oggetti inanimati anziché ciò che rappresentano. Eppure nessuno di essi offre in catalogo ciò che il suo pubblico evidentemente brama tanto. Tranne uno. La Dollho è un piccolo laboratorio che produce onahole Dollfie-compatibili, cioè blocchi di silicone elastico sagomati e dotati di un canale a forma di cavatappi che li percorre internamente per circa metà lunghezza – più o meno come le Fleshlight, ma sagomati come un torso abbozzato anziché come una torcia. Se amate la vostra bambola davvero tanto tanto potete quindi smembrarla, scambiare la parte inferiore del corpo con quella della Dollho, riattaccare gli arti e la testa, rassettare maniacalmente ogni minimo dettaglio della vostra delicatissima compagna… e scoparvela senza pietà, riducendola come se fosse stata stuprata da Godzilla.
A giudicare dalla quantità di video che mostrano questa cosa online, è un passatempo che conta un sacco di fan. Tenete presente che essere minidotati aiuta perché, se si dà ascolto alle recensioni, quell’onahole «non dà sensazioni molto belle» e modificarne uno di altre marche offre risultati migliori. Ci sono due modelli di corpi Dollho (uno più procace, l’altro preoccupantemente immature), e si possono usare entrambi anche con il sistema Obitsu 60, una serie di bambole da collezione simile ma meno costosa rispetto alle Dollfie prodotta dalla stessa azienda che stampa un classico perenne di tutte le nonne, il cupido Kewpie. Mi chiedo come la simpatica famiglia che dirige la fabbrica abbia preso la notizia di avere dei fan così inattesi. E questo, lo giuro, è tutto quel che c’è da sapere sul sesso con le Dollfie. Adesso, vi supplico, potreste smettere di esserne ossessionati e passare ad altri aspetti delle sessualità insolite? Sul serio, ce ne sono altri 1.138 fra cui scegliere

Line
Line