Sexcereal: funzionano davvero?

Sexcereals

 

Che cibo assocereste di più al sesso? No, non è la cioccolata. Men che meno le banane – avete forse 12 anni? E per piacere, andatevene da questo sito se siete il genere di persona che ha pensato a ostriche, cozze e robe simili: non voglio avere nulla a che fare con voi, grazie.
La risposta giusta è ‘i corn flake’ – per due ragioni diametralmente opposte. Cominciando dall’inizio, i fiocchi di cereali sono stati inventati agli inizi del XX secolo dal dottor John Kellogg per distruggere la libido. Secondo la sua religiosissima visione del mondo, sesso ed eccitazione erano la causa di molte malattie. Poiché stimolare un senso avrebbe potuto condurre a una pericolosa riattivazione generale… cercò il cibo più insapore e deprimente (ma nutriente) al mondo. Pensateci, la prossima volta che fate colazione.

Avanti veloce fino al 2013 e all’improbabile contesto di un gioco a premi canadese intitolato Dragon’s den, nel quale i concorrenti presentano le loro proposte imprenditoriali sperando di impressionare a sufficienza i giudici e vincere i fondi con cui avviare l’azienda dei loro sogni. Sul palco c’è Peter Ehrlich, che descrive la squinternata idea di creare fiocchi d’avena differenziati per genere… e pensati per potenziare la carica sessuale. Li chiama semplicemente Sexcereals… e finisce col vincere.
Adesso i cereali erotici sono arrivati in alcuni negozi statunitensi e vengono venduti online. Il prezzo di 10 dollari a confezione fa impressione quanto l’elenco degli ingredienti. La versione maschile contiene pappa reale, semi di zucca, bacche di goji, bacche di camu camu arricchite di vitamina C e maca – tutti ingredienti che dovrebbero alzare i livelli di testosterone. La variante per donne ha invece semi di chia e di cacao, mandorle, zenzero e ancora la pianta peruviana maca, un mix che viene dichiarato ottimizzi “l’equilibrio ormonale” e aumenti il desiderio. Ma a questo punto la domanda è: funzionano davvero?

Decenni di studi scientifici sull’argomento concordano su una semplice verità: i cibi afrodisiaci non esistono. Due anni fa una ricerca ha scoperto che i moscerini della frutta si eccitano in presenza di fenilacetaldeide, acido fenilacetico e feniltilamina (cioè la puzza di frutta marcia) – ma questo è tutto. Non è mai stato identificato alcun altro alimento eccitante per alcun animale, umani compresi.
Naturalmente seguire una dieta sana tiene davvero in forma, contribuendo anche a una vita sessuale più vigorosa… ma indipendentemente da quanto possa essere esotico, nessun corn flake ravviverà mai la vostra libido. Per quello serve eliminare stress e preoccupazioni, essere riposati e avere un partner con la voglia di esplorare insieme a voi nuovi piaceri con un atteggiamento positivo e divertito. Potreste cominciare anche sostituendo la tazza di cereali mattutina con una scorsa ad ayzad.com, per vedere quali nuove ispirazioni siano spuntate fra le notizie…

Line
Line