Boundcon report – Ecco com’è fatta una fiera del bondage (Parte 2)

Blindfolded girl with cuffs

 Come promesso nella Parte 1, ecco nei dettagli quali sono stati gli aspetti più curiosi della Boundcon di Monaco, la fiera per il mondo fetish, bondage e BDSM. Senza ulteriori indugi – e in rigoroso ordine alfabetico – ecco cosa vi siete persi:

Axsmar Talena collarAxsmar
Un veterano della Boundcon, questo fabbro produce creazioni originali senza pari per eleganza e qualità. I suoi collari in particolare sono stati copiati (malamente) tanto dalle aziende specializzate in accessori BDSM quanto da gioiellieri famosi… e nessuno è mai riuscito ad avvicinarsi alla perfezione degli originali.

BestFixSystem restraintBestfixsystems
A volte ci sono feticismi ultraspecifici che prendono una vita propria, divenendo una ragione di vita e tramutandosi magari in un lavoro vero e proprio. È ciò che è accaduto all’inventore di questa imbragatura rigida concepita per mantenere spalancate le gambe della gente qualunque cosa succeda, dando libero accesso ai genitali. È brutta, è scomoda, è poco pratica e per qualcuno è esattamente ciò di cui sono fatti i sogni. Chi sono io per giudicare?

Captured taboos foundersCaptured taboos
Normalmente non faccio pubblicità ai siti a pagamento poiché per fortuna ci sono infinite possibilità di soddisfare qualsiasi fantasia erotica gratuitamente. Tuttavia quest’anno alla Boundcon si è sentita la mancanza di Jeff Gord, che con le sue strampalate macchine da “ultrabondage” riusciva a stupire ogni volta l’intera fiera. Ebbene, fra tutti i partecipanti oserei dire che Jorge e Takattum, i titolari di Captured taboos, sono quanto di più simile ci sia a un erede spirituale di Gord. Le loro creazioni estreme, sensuali e a volte ridicole hanno affascinato un po’ tutti i presenti.

Carnificium O dressCarnificium
Abiti e articoli in pelle (collari, soprattutto) realizzati da alcuni membri di un gruppo di entusiasti che cercano di ricreare nella realtà la società “segreta” e le situazioni descritte nel classico della letteratura BDSM Storia di O. Ciò significa che dedicano un’attenzione maniacale a ogni dettaglio – ma anche uno stile estremamente specifico, solo per appassionati.

Fetish carriage in ViennaErotisch reisen
Da quando c’è il Web il settore delle agenzie di viaggio se la passa maluccio, così questa società austriaca si è reinventata proponendo pacchetti su misura per zozzoni. Alcune idee sono gustose – chi non vorrebbe visitare Vienna in carrozza… vestito di latex? – mentre altre lasciano un po’ così, ma il concetto non è male e offre buoni spunti per passare un weekend fuori dal comune.

Explicit numerics bondage systemExplicit numerics
Produttori di un incredibile Sistema modulare per costruire mobilia da bondage su misura. Il segnale di trovarsi sul confine con la follia arriva quando si nota un modulo opzionale per… sostenere un tablet – forse per guardarci la televisione o chattare mentre si è immobilizzati nell’acciaio. A dirla tutta, alcuni componenti meccanici sono davvero stati progettati per essere controllati a distanza via telefonino… quindi tutto è possibile.

Fetish teddy bearInferna dreams
Ooo! Che nome spaventoso! Eppure poi si scopre che si tratta solo di mamma e figlio che realizzano orsacchiotti per pervertiti mettendo PVC o pelle nera al posto del pelouche. Adoro queste scoperte dadaiste… voi no?

fetish raincoatKemo
Specialisti in impermeabili, indispensabili per la comunità prevalentemente britannica dei feticisti dell’abbigliamento da pioggia. Questo allegro negozio riesce a stupirmi ogni volta inventandosi anno dopo anno nuove varianti che dimostrano una capacità fuori dal comune nel comprendere e alimentare la passione della propria clientela.

Giant strap-onKinky monkey
Un normale sex shop online – con una particolarità. Questo è infatti il posto cui rivolgersi se mai doveste avere bisogno di uno strap-on grande quanto un braccio: la sua specialità è costruire cinture falliche su misura di cui non riesco a immaginare usi differenti da quello in foto, come tavolini portatili. Quella signora (una dominatrice professionista inglese) comunque si è divertita un mondo a spaventare parecchi maschietti insicuri con il suo gigacazzo di gomma.

Leather collarsNonon de Florette
Il nome, lo stile… sembra impossible concepire un artigiano fetish più francese di così. Il titolare va addirittura in giro con il basco! Poi si guarda meglio e si scopre che il laboratorio sta a Berlino, tuttavia questi collari e polsiere di cuoio (molto) pesante rimangono dei capolavori.

[Continua e finisce nella Parte 3]

Line
Line