SMack – La recensione di BDSM – Guida per esploratori dell’erotismo estremo

Copertina anteprima BDSM - Guida per esploratori dell'erotisimo estremo (III ed) di Ayzad

(dal sito SMack)

BDSM – Guida per esploratori dell’erotismo estremo

Micialuna

Esce quest’anno un libro dedicato al BDSM in maniera così specifica che sarebbe stato impossibile per noi non parlarne. Per amore di par condicio riporteremo qui anche altre recensioni (benvenuti a tutti coloro che vorranno inviarne una); per quanto mi riguarda ho atteso la fine della lettura per scrivere queste poche righe di commento che vogliono esprimere solo il mio personalissimo parere al riguardo. Non ho letto il libro alla ricerca di ipotetici “errori” , non stupitevi dunque se non ne segnalerò alcuno. Potrebbero esserci, per quel che ne so, ma la mia lettura è stata diversa. Ho cercato, per quanto possibile, di cercare di leggere il libro come chi di SM non sapesse nulla. Del resto il libro si propone come una guida, il che lascia intuire che possa accompagnare gli ignari e i curiosi in un viaggio all’interno di questa realtà.

Senz’altro si evince da subito come vi sia stata a monte una lunga e minuziosa ricerca da parte dell’autore. Un “lavorone” avrebbe detto una mia grande insegnante! Interviste a “nomi” del mondo BDSM, letture, ricerche e contatti traspaiono evidentemente dalle pagine del libro. Più che una guida il libro diviene così un’enciclopedia del mondo BDSM e, come tale, può apparire un po’ freddo a chi si aspetta qualcosa di più. Non voglio esagerare e definirlo noioso… però temo che troppo spesso si sia calcata la mano su un’esposizione poco personale. Il che non è necessariamente un difetto. Dipende da cosa vi piace leggere. Secondo il mio personalissimo modo di vivere il BDSM, infatti, non tutte le opinioni dell’autore risultano condivisibili, seppure parlare di opinioni non è esatto. Un po’ troppo spesso, sembra che lui per primo, pur coinvolto in prima persona in questo bizzarro piccolo “mondo” parallelo, cerchi di apparire come un narratore estraneo e un po’ moralista.

Certo, il BDSM va giocato tra adulti consenzienti e senza fare cazzate… ma bisogna ribadirlo continuamente? Forse mettere così spesso l’accento sulla legalità, il sano, il consensuale, il logico, a mio parere, lascia intendere che il rischio è sempre in agguato, piuttosto che rassicurare.Il rischio vero però è che qualcuno davvero pensi poter “seguire le istruzioni del manuale” e si getti nell’avventura. Ultima piccola recriminazione: la recensione qui pubblicata e le altre che ci invierete e che verranno aggiunte in calce, dimostra come SMack sia davvero un sito al di sopra delle parti. Da sempre presente sulla scena Italiana è stato il primo e l’unico sito per molto tempo a parlare di BDSM. Ci dispiace un po’ che l’unico a non averlo riconosciuto sia stato davvero l’autore nel suo libro.

Line
Line