Playboy – La recensione di XXX – Il dizionario del sesso insolito

xxxcovergrande

(da Playboy)

Recensione di XXX - Il dizionario del sesso insolito pubblicata da Playboy

Il sesso insolito

di Elisa Muzi

Una nuova collana editoriale propone “giocattoli per adulti” e titoli che approfondiscono tematiche e pratiche estreme: come XXX di Ayzad, dizionario per orientarsi nelle mille possibilità che il piacere sessuale ci offre

In Italia parlare di sesso è ancora difficile. Fa piacere quindi quando vedono la luce progetti editoriali che riescono a fare del sesso la propria tematica centrale e a trattarla nel migliore dei modi, con serietà quindi, stile e originalità. È il caso della nuova collana editoriale Toys di Castelvecchi, che già dal suo nome esprime con forza l’identità dei titoli che la compongono: libri concepiti come giocattoli per gli adulti. In questa non poteva mancare BDSM (acronimo inglese per Bondage, Dominazione, Sadismo, Masochismo), libro di Ayzad sul sesso estremo che già nel 2004 aveva aperto uno squarcio illuminante su un tema spesso affrontato con pregiudizi e superficialità e che ora torna in nuova veste, con nuove riflessioni. E dello stesso autore, giornalista esperto e praticante di sesso estremo, è anche la nuova uscita XXX -Il dizionario del sesso insolito. Questo libro si propone come glossario di riferimento per tutte le pratiche sessuali, da quelle più antiche a quelle “post-internettiane”, sulle quali c’è bisogno di fare un po’ di chiarezza. Quello che manca spesso, soprattutto in Italia, è un approccio conoscitivo “positivo” al sesso e alle sue pratiche – estreme o meno che siano. E’ il sapere accademico che si interessa ad essi, ma come delle patologie e delle perversioni da analizzare e capire. Manca l’apertura mentale per affrontarle per quelle che sono, espressioni personali e profonde della sessualità di ogni essere umano. Ayzad affronta con curiosità e ironia il vastissimo universo sessuale, apprezzando alcune pratiche e restando perplesso su altre, non per offrire un riferimento accademico sull’argomento, ma un pratico manuale di stimolo per tutti coloro che, come lui, hanno voglia di sperimentare e lasciarsi andare alla creatività, anche sotto le lenzuola (o in una macchina, in un luogo pubblico, ad alta quota…).

Line
Line